Blog di Archeoframe

Novità, progetti in corso, eventi: il diario delle attività del nostro Laboratorio

Le Vie della Valorizzazione

Percorsi e sperimentazioni per la diffusione dell'archeologia pubblica nei siti lombardi

I beni archeologici sono un patrimonio comune. Raccontano il nostro passato, la storia da cui veniamo: ci ricordano chi siamo. Spesso, però, li conosciamo poco: anche quelli più vicini a noi. Succede perché molti siti sono poco valorizzati, è difficile visitarli, manca una rete che metta in relazione i centri più celebri con quelli più piccoli. Nasce da qui il progetto “Le vie della valorizzazione in Lombardia”, ideato da ArcheoFrame, che ha come partner il Segretariato Regionale per la Lombardia del Ministero dei Beni Culturali (MiBACT) ed è finanziato dalla Regione Lombardia.

Il suo scopo è iniziare a costruire un sistema integrato, che consenta di valorizzare meglio le aree archeologiche di eccellenza della regione. Farle conoscere di più, migliorare le possibilità di accedervi e fruirne, inserirle in una rete comune per avvicinarle ai cittadini: soprattutto – ma non solo – quelli delle comunità che li ospitano.
Il primo passo sarà un censimento di siti e aree archeologiche di tutta la regione, relativi a tre epoche: quella preistorica, quella romana e quella alto-medievale. Un modo per capire come i beni sono gestiti, quanto sono noti al pubblico e qual è il loro rapporto con le comunità locali, con due obiettivi finali:

  • produrre un elenco delle aree in cui sono stati sviluppati progetti di archeologia pubblica, che sia facilmente accessibile per i cittadini;
  • individuare quali sono le buone pratiche di valorizzazione messe in atto dalle istituzioni che sono responsabili della gestione dei beni archeologici, per creare un vademecum per l’archeologia pubblica in Lombardia.

I dati raccolti verranno poi illustrati e discussi a Milano il 20 dicembre 2017, in una giornata di studi a cui parteciperanno archeologi, rappresentanti delle istituzioni e tutti gli attori coinvolti nella gestione dei beni.
Nei prossimi due mesi, invece, su questo blog, su Facebook e su Instagram, racconteremo le aree che saranno censite, attraverso storie, immagini e video: tutte contrassegnate dall’hashtag #archeolombardia.